9 Marzo 2016 admin

Detrazioni arredo, differenze tra bonus mobili e bonus giovani coppie

Bonus-ArrediInanzitutto, la finanziaria di quest’anno ha recepito la richiesta di FederlegnoArredo di rinnovare anche per il 2016 il Bonus Mobili, la detrazione fiscale del 50% introdotta a giugno 2013 che consente di acquistare arredamento ed elettrodomestici a condizioni agevolate a fronte di una ristrutturazione edilizia.? Le aziende del settore avranno dunque ancora un anno per sfruttare fino in fondo un provvedimento che in questi anni ha offerto un’importante boccata di ossigeno per la salvaguardia di tante aziende italiane e dei suoi addetti, oltre ad aver rappresentato una grande occasione per i consumatori di acquistare più facilmente arredo di qualità.

Novità assoluta di quest’anno invece sarà il Bonus per le giovani coppie, la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie fino ad un tetto massimo di 16.000 euro.?

A differenza del Bonus Mobili, questa nuova misura non è vincolata alla realizzazione di lavori di ristrutturazione edilizia, piuttosto all’acquisto di una nuova abitazione.?Possono beneficiarne coppie di cui almeno un componente abbia non più di 35 anni.

L’introduzione da parte del Governo del Bonus giovani coppie accanto al Bonus mobili consolida un pacchetto di detrazioni fiscali a favore della casa e apre a condizioni più agevolate per i tanti giovani che hanno intenzione di creare un nucleo famigliare, dando loro la possibilità di acquistare prodotti di qualità realizzati in Italia. ?L’approvazione dell’emendamento conferma la sensibilità dell’attuale Governo per un settore strategico per l’Italia quale il Legno Arredo, sensibilità che sta portando a risultati importanti sia sul mercato interno sia sui mercati internazionali.

E' una notizia da condividere...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tagged: , , ,

Lascia un commento